Via il grasso addominale

A soffrirne è un italiano su due. Conoscere le ragioni che portano ad accumulare il grasso su pancia e fianchi è il primo passo per perdere chili e ritrovare il girovita.

Cosa è il grasso addominale

Comincio col dirti che esistono due tipi di grasso addominale: il grasso sottocutaneo e il grasso viscerale. Il primo è quello che  possiamo vedere e pizziccare, ha la forma di rotolini, è la tipica pancetta antiestetica. Ebbene, pur non essendo certo piacevole da vedersi, è la meno pericolosa. Il grasso viscerale, non si vede, non si può sentire con le dita, perchè circonda gli organi interni come una guaina, fegato e intestino. Questo tipo di grasso, maggiormente diffuso tra la popolazione maschile, pur non essendo antiestetico, è pericoloso, infatti mette a rischio il funzionamento cardiovascolare ed è il maggior responsabile di patologie come il diabete di tipo 2 , malattie del metabolismo e la formazione di aterosclerosi.

Cause

L’adipe nella pancia è un problema multifattoriale, non esiste quindi una sola causa, ma diversi fattori che concorrono alla formazione e all’accumulo di adipe nella pancia. Conoscere questi fattori ti darà la possibilità di contrastare la formazione di adiposità nel girovita.

  • Zuccheri : un’alimentazione sbilanciata, troppo ricca di zuccheri  e carboidrati semplici ( cereali raffinati, dolci, pane e pasta) favorisce, per l’azione dell’insulina,  il deposito di acidi grassi specie nel girovita.
  • Dieta povera di fibbre: anche una dieta povera di frutta e verdura aumenta la possibilità di depositare grassi su pancia e fianchi, le fibbre sono infatti fondamentali per il benessere intestinale. Ti consiglio l’assunzione di almeno 3 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno.
  • Cortisolo: l’eccesso di cortisolo per opera dello stress psico-fisico stimola le ghiandole surrenali a produrre più cortisolo e adrenalina che mettono in circolo nel corpo il grasso che verrà poi ” conservato” nell’addome come riserva energetica.
  • Calo di estrogeni: al termine dell’età fertile, una donna va incontro ad un fisiologico calo di estrogeni, questo è sicuramente un fattore determinante nella formazione della “pancetta”.
  • Sedentarietà: la vita lavorativa e gli impegni quotidiani spesso non lasciano molto spazio per l’attività fisica. La scarsa motricità riduce il dispendio calorico, limita la motilità intestinale e tende a far prendere chili di troppo.

 

Sciogli il grasso addominale 

Per intervenire efficacemente sul grasso addominale serve una strategia vincente.

La mia è questa: dieta+ attività fisica+integratori.

L’obiettivo è uno: sciogliere il grasso addominale che nel tempo si è sedimentato nel girovita. Se sinora non sei riuscita a smaltirlo, è perchè hai trascurato almeno due su tre step della mia strategia. Una dieta senza un’adeguata attività fisica sarebbe un lavoro a metà, un aiuto da parte di integratori naturali è indispensabile per ottenere più rapidamente risultati ma non va certo inteso come sostituto della dieta e dell’attività fisica quotidiana. Una dieta equilibrata, ricca di fibbre, frutta e verdura fresche,  un’attività fisica quotidiana ( basta mezz’ora al giorno di attività), più il giusto integratore, porteranno risultati apprezzabili già dal 1 mese!

Quali integratori scegliere

Garcinia cambogia: bruccia il grasso senza fame

La garcinia cambogia è una pianta originaria dell’India e Pakistan. Usata in Asia a secoli in cucina per preparare marmellate e conserve, gli indiani ne apprezzavano le proprietà antiossidante e digestive.

L’ingrediente della Garcinia Cambogia che promuove la perdita di peso, si trova nella buccia del frutto, è l’acido idrossicitrico (HCA).

L’acido idrossicitrico  è diventato popolare negli ultimi vent’anni sull’onda di numerosi e controversi studi sulle sue proprietà dimagranti.

Proprietà della Garcinia:

  • velocizza  il passaggio del cibo nell’intestino limitando  l’assorbimento di zuccheri e dei carboidrati
  • limitando l’accumulo  di adipe
  • Aiuta a sentirsi sazi più in fretta, andando dunque a ridurre l’assunzione di cibo, riducendo le calorie.
  • Innalza i livelli di serotonina
  • Brucia il grasso addominale.
    Secondo il ricercatore americano, Julie Chen., l’HCA potrebbe perfino stimolare la trasformazione del grasso in massa muscolare

Come assumerla: in compresse ( 3 al giorno) prima dei pasti con abbondante acqua.

Griffonia: bruccia grassi

La Griffonia è originaria delle aree tropicali dell’Africa. Agisce sui livelli di cortisolo e adrenalina che spingono le cellule adipose ad accumulare il grasso. Responsabile è il 5-idrossi-troptofano (5-HTP), un amminoacido essenziale precursore della seratonia , antagonista degli ormoni dello stress. Grazie aesso, il grasso viene “rilasciato” per essere brucciato più in fretta.

Proprietà della Griffonia:

  • Antidepressivo naturale
  • Controlla  la “fame nervosa”, specie quando si avverte il desiderio incontenibile di dolci e carboidrati.
  • Aumento del senso di sazietà
  • Diminuzione dell’appetito

Come assumerla: in compresse di estratto secco ( 1 al giorno) durante il pasto.

Fai il  TEST WHR per scoprire se accumuli troppo grasso addominale

Si chiama in inglese WHR, il “Rapporto vita-fianchi” è un indicatore molto significativo che ti rivela se hai la tendenza ad accumulare grasso addominale.

Lo puoi calcolare facilmente.

Ti spiego come fare:

  • misura la vita nel punto più stretto
  • misura i fianchi nel punto più largo
  • dividi: misura vita/ misura finachi

<0,85 donne; 0,90 uomini: valore superiore alla norma

 

In questo caso è bene intervenire subito perchè il grasso addominale è eccessivo!

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone