Prunus spinosa il gemmoderivato che ti rimette in piedi

La malattia ti ha messo al tappeto? Ti senti particolarmente stanco e spossato ? Hai assunto troppi medicinali e vuoi ora depurarti? Il gemmoderivato di prunus spinosa fa proprio al caso tuo.

Il gemmoderivato del prunus spinosa si comporta da antinfiammatorio, tonico generale, stimolante quando l’organismo è debilitato sia sul piano fisico che psichico da malattie, condizioni di vita inquinanti e stressanti.

Il gemmoderivato attiva l’asse ipotalamo-ipofiso-surrenalico regolarizzando le disarmonie ormonali.  Attivano il sistema immunitario qualora indebolito da inquinamento ambientale, chimico, batterico, virale.

Le proprietà benefiche del prunus sono molto più ampie di quanto si pensava . Una ricerca dell’Istituto Superiore della Sanità ha rivelato le eccezionali proprietà  del prunus spinosa trigno, conosciuto anche come “prugnolo“: il suo estratto, addizionato con una miscela di aminoacidi, si è dimostrato in grado di eliminare il 70-80% di cellule tumorali.

Contiene

Il gemmoderivato di prunus spinosa contiene : Vitamina C, tannini, cumarine, flavone, oli essenziali, pectine, resine, acido malico, saccarosio.

Le sue proprietà

  • tonico generale
  • depurativo
  • diuretico
  • antispasmodico
  • astringente
  • rivitalizzante
  • rinfrescante

Curiosità

In estremo oriente i suoi frutti sono considerati il simbolo della purezza e della primavera. La credenza popolare antica, considerava il Prunus un albero miracoloso, veniva piantato davanti alle abitazioni per proteggerle dal fuoco e dai fulmini, mentre i suoi abitanti lo erano dalle malattie. Dioscoride, medico e botanico dell’antica grecia, consigliava di usare le foglie cotte  del prunus per trattare i disturbi delle tonsille e delle gengive.

Indicazioni cliniche

Convalescenze prolungate ( meglio in associazione a Rosa canina)

Astenia

Debilitazione psico-fisica da stress

Deficit immunitario

Inappetenza nel bambino

Ipotensione e ipotonia ( meglio se associata a Ribes nigrum)

Sindrome da affaticamento generale ( meglio se associato a Betula verrucosa semi)

Coliche addominali

Acne e foruncolosi

Stati di esaurimento

Bronchite cronica e asma ( meglio associato a Vibumum lantana e Ribes nigrum)

Nella convalescenza post-influenzale

Al seguito di malattie dell’apparato respiratorio

Depressione

Danni da inquinamento atmosferico o sostanze tossiche

Anoressia ( in associazione a Betula pubescens gemme)

Ritardi nella crescita del bambino ( in associazione a Abies pectinata)

 

Prescrizione Gemmoterapia: Prunus spinosa MG

La posologia è sempre in relazione all’età e al peso del soggetto.

Bambini: 20-60 gocce al dì divise in 3 somministrazioni

Adolescenti: 30-90 gocce al giorno

Adulti: 50 gocce 1-3 volte al giorno

Infuso

Come si prepara: 1 cucchiaio di fiori tritati per una tazza d’acqua bollente, lascia riposare 10 minuti coprendo la tazza, filtra e bevi.

Proprietà: questo infuso è diuretico e spasmolitico, blandamente lassativo per i bambini, sedativo della tosse e vermifugo. Utile per i crampi allo stomaco, per le affezioni renali e della vescica.

Rimedio per acne e foruncoli

Maschera : pesta le bacche di pruno e applica sul viso per 20 minuti, sciacqua con acqua abbondante.

Rimedio per la diarrea

Sciroppo: mescola 500 gr di foglie e frutti di pruno con 450 gr di zucchero in una brocca d’acqua minerale. Fai bollire per 15 min, filtra, travasa in un flaccone di vetro. Modo d’uso: 1 cucchiaio 3 volte al giorno.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone