Mangia sano con i cibi vegetali

Sei vegetariana? No, ma come fai? Non ti manca la carne? Quante volte mi sono sentita rivolgere queste domande. Per alcuni una dieta basata prevalentemente o esclusivamente su cibi vegetali è quanto meno impossibile. In realtà assumere una dieta vegetale è un modo efficace e piacevole per rimanere in salute. Una dieta vegetale  equilibrata è realizzabile semplicemente assumendo un’ampia varietà di frutta, verdura, legumi e cereali, frutta secca e semi. Quando parliamo di dieta vegetale ci riferiamo in particolare a quelli che adottano, per scelta etica e salutare, una dieta basata prevalentemente o esclusivamente su cibi di origine vegetale, in particolare vengono definiti latto-ovo-vegetariani, quelli che includono nella loro dieta i derivati animali; vegani, invece, sono quelli che escludono tutti i derivati animali.

Quali sono i vantaggi di una dieta vegetale?

 

autumn-915630_960_720

  • Prevenzione tumori

Le diete a base vegetale possono aiutare a prevenire diversi tipi di tumore. Diversi studi hanno dimostrato che i tassi di mortalità per cancro sono significativamente inferiori tra vegetariani rispetto alla popolazione generale. Il tumore alla mammella e all’utero  ha un’incidenza ridotta in quei Paesi dove le diete sono prevalentemente basate su cibi vegetali. Il consumo di carne, risulta  strettamente associato al tumore del colon più di qualsiasi altro fattore di rischio. Ancora, alcuni studi suggeriscono che le diete prive di latticini possono ridurre il rischio di cancro alla prostata e all’ovaio. Perchè dunque le diete vegetali aiutano a proteggersi dal cancro? Le diete vegetali sono povere di grassi e ricche di fibre e vitamine;  i vegetariani assumono quantità maggiori di betacarotene e lycopene, e questo spiega, per esempio,  i tassi ridotti di tumore al polmone e prostata tra la popolazione vegetariana, inoltre, i vegetariani possiedono un maggior numero di cellule “natural killer” che sono in grado di riconoscere e distruggere le cellule cancerose.

  • Salute cardiovascolare

Le malattie cardiovascolari sono poco diffuse tra la popolazione vegetariana, le ragioni sono chiare: i cibi vegetali sono poveri di grassi saturi e privi di colesterolo, che sono i fattori dietetici responsabili dell’aumento dei livelli  di colesterolo nel sangue. I vegani, in particolare, escludendo anche il latte e i suoi derivati, seguono una dieta totalmente priva di colesterolo, essendo questo presente solo nei cibi animali, latte e latticini e uova. E’ stato dimostrato che sostituire le proteine animali con quelle vegetali, come quelle della soia, è in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

  • Pressione arteriosa

Diversi studi hanno dimostrato che i vegetariani presentano  livelli di pressione arteriosa inferiori rispetto a quelli degli onnivori. Quando i pazienti ipertesi adottano una dieta vegetariana, vedono ridursi i livelli di pressione, e spesso, sono in grado di ridurre o abbandonare i farmaci antipertensivi.

  • Diabete

Una dieta a base vegetale, che includa  verdure, legumi, cereali integrali, frutta fresca e secca, naturalmente a basso  contenuto di grassi e zuccheri semplici, è in grado di abbattere i livelli di glicemia. Adottare una corretta alimentazione studiata su misura per il paziente diabetico, può persino portare a ridurre o eliminare il ricorso a farmaci antidiabetici sia nel diabete di tipo 1 (insulino-dipendente) che nel diabete di tipo 2.  Poichè i diabetici presentano un elevato rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, l’eliminazione dalla dieta di grassi e colesterolo è l’obiettivo fondamentale di una terapia dietetica del diabete,  per la quale la dieta vegetariana è l’ideale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone