Cristalloterapia: le pietre che curano

I cristalli offrono un’ampia gamma di possibilità terapeutiche in relazione ai disturbi più comuni e a molte malattie. La cristalloterapia, chiamata anche litomedicina, ha origini  molto antiche, mira al riequilibrio energetico e ad armonizzare lo stato fisico-emozionale -mentale.

Tradizionalmente si ritiene che l’antica civiltà indiana fosse la prima a conoscere le proprietà terapeutiche dei cristalli, in realtà, anche la civiltà  Egizia e i  Maya, utilizzavano i  cristalli  durante le cerimonie, nei riti propiziatori e divinatori, come portafortuna e per la cura di specifici disturbi.

  I cristalli, si adattano al campo vibrazionale dell’essere umano, ciascun cristallo ha una sua qualità chimica ed energetica e trasmette una vibrazione energetica  diversa che entra in risonanza col corpo e con l’ambiente.

A chi è utile la Cristalloterapia?

I cristalli agiscono su diversi livelli: fisico, emozionale, spirituale sull’aurea. La scelta dei cristalli e l’uso deve essere fatto con coscienza dal naturopata, tenendo presente che la regola fondamentale è sempre quella di usare i cristalli in associazione e non in alternativa alle cure mediche in corso.

La cristalloterapia è utile sia agli adulti che ai bambini, può accompagnare le diverse fasi della vita , ed ognuno può farne uso in momenti particolari o per affrontare con più sicurezza situazioni difficili.

Vengono utilizzati nelle terapie per:

  • Allergie – acquamarina, ambra
  • Mal di testa e tensioni – ametista
  • Dolori muscolari – magnesite,crisocolla
  • Stress e disturbi ad esso correlati – cristallo di rocca
  • Infiammazioni – avventurina verde,apofillite pura
  • Problemi di digestione – agata,fluorite gialla
  • Disturbi ormonali – pietra di luna
  • Cura del dolore – tormalina nera
  • Disturbi al sistema nervoso e apparato sensoriale – cristallo di rocca
  • Disturbi alle osse  e alle articolazioni – calcite
  • Problemi di circolazione – quarzo rosa, avventurina rossa
  • Ansia e depressione – abalone, alabastro, quarzo rosa, celestina
  • Disturbi metabolici – amazzonite
  • Disintossicazione – alite, ametista calcedonio
  • Protezione dalle radiazioni – alunite
  • Immunostimolante – azzurrite, epidoto

Come usarli

Applicazioni esterne

Applicati su punti precisi del corpo hanno un effetto localizzato, oppure se applicati lungo i chakra l’effetto sarà su tutto l’organismo. Possono essere indossati anche come ciondoli, collane, bracciali, cavigliere, o semplicemente tenendoli in tasca.

Massaggi

L’uso combinato delle tecniche di massaggio e delle pietre velocizza i risultati terapeutici e li potenzia grazie all’influsso energetico delle pietre. I cristalli usati nel massaggio sono particolarmente utili per i muscoli, tendini, dolori alle ossa, articolazioni.

Collocazione nell’ambiente

A casa vostra o sul luogo di lavoro, i cristalli possono avere eccezionali capacità curative, proteggono dalle energie negative e dalle radiazioni, purificano, energizzano l’ambiente portanto serenità, pace interiore agli abitanti. Attenzione a non esagerare, perchè proprio per il carico vibrazionale dei cristalli, disporre in uno stesso ambiente troppi cristalli può al contrario causare irritazione, ipereccitabilità, nervosismo. Bisogna quindi scegliere con cura la propria pietra e disporla nella scrivania dove si lavora piuttosto che sul comodino della camera da letto, ma senza esagerare.

Acqua energizzata o elisir di cristalli

Un’altra possibilità per sfruttare appieno le proprietà dei cristalli è fare l’elisir di cristalli e utilizzare l’acqua sia per via interna ( bicchierino da 20 ml) che nebulizzata direttamente sulla pelle.

Come si fa? In una brocca si versa  1L di acqua minerale, metti una pietra scelta tra : ametista, acquamarina, pietra di luna; il primo giorno si lascia la brocca sotto la luna per una notte intera, dalla mattina seguente sarà possibile bere l’acqua. Se hai  scelto la pietra di luna o l’acquamarina non superare i 20 ml al giorno  in considerazione del loro effetto molto potente.


Può interessarti anche:

Collane d’ambra per la dentizione e non solo

Cristalloterapia: i 12 guaritori

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone