Celiachia: diagnosi e cura dietetica

La celiachia è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di alimenti contenenti glutine o tracce di glutine in soggetti geneticamente predisposti. Nel soggetto celiaco, l’ingestione di glutine comporta un’anomala reazione immunitaria con conseguente infiammazione cronica dell’intestino.

La diagnosi

La celiachia può essere identificata attraverso una semplice analisi del sangue, e in alcuni casi, attraverso biopsia intestinale. La celiachia è una patologia complessa, causata da fattori ambientali o ereditari.Il ruolo della componente genetica è dimostrato dalla familiarità, circa 10 volti più comune nei parenti di primo grado rispetto alla restante popolazione. La celiachia si manifesta  solitamente nell’infanzia dopo lo svezzamento, se non diagnosticata per tempo, potrebbero comparire disturbi nella crescita e nello sviluppo del bambino. I bambini celiaci sono esili e possono apparire denutriti. La celiachia tuttavia può comparire a qualsiasi età.

Cosa accade al celiaco ingerendo glutine?

Nel celiaco ingerire glutine attiva in maniera anomala il sistema immunitario che risponde rifiutando il glutine e danneggiando quindi l’intestino.
Le pareti dell’intestino sono formate da miliardi di villi, che formano tra di loro delle anse. Questa conformazione permette l’assorbimento delle sostanze nutritive. Nei celiaci la reazione al glutine della mucosa intestinale appiattisce queste anse e causa quindi malassorbimento dei nutrienti. Si dice infatti che i villi si “atrofizzano”, ossia la mucosa si appiattisce e non fa più il suo lavoro di assimilazione dei nutrienti.

La terapia

La cura per la celiachia è di natura dietetica. Il celiaco non dovrà assumere alcun farmaco, ma osservare una dieta aglutinata, cioè priva di glutine. Per questo è bene sapere come scegliere i cereali :

 

 

Cereali con glutine

Frumento

Orzo

Farro

Avena

Kamut

Bulgur

Malto

Seitan

Cereali senza glutine

Riso

Miglio

Quinoa

Mais

Amaranto

Grano Saraceno

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone