Oli essenziali: sai come usarli?

Gli oli essenziali, detti anche “oli eterici” sono sostanze pregiate estratte a partire da prodotti vegetali aromatici cioè ricchi di essenze. Sono circa 300 gli oli essenziali usati in aromaterapia, e costituiscono una risorsa preziosa per l’industra cosmentica, farmaceutica e alimentare.

Gli oli essenziali hanno la particolarità di penetrare nel corpo e sono eliminati attraverso la pelle e l’urina senza lasciare alcuna tossicità. Per l’eliminazione occorrono dalle 6 alle 10 ore nel caso di un individuo obeso.  Le applicazioni sono diverse e possiamo dividerle in 2  categorie:

  • INALATORIE:  diffusori d’ambiente, suffumigi
  • ESTERNE oli da massaggio,creme, unguenti, gel,  bagni, pediluvi.

Metodi di estrazione

I metodi di estrazione variano a seconda della pianta:

  • Distillazione in corrente di Vapore: lavanda. Descrizione: è  il metodo di estrazione più diffuso e viene accompagnato dall’idro-diffusione che consiste nella pressione sottovuoto.  La  pianta è messa  su una griglia su cui è fatto passare vapore a circa 110°C. La pianta rilascia l’essenza nel vapore che è convogliato verso una serie di stadi di raffreddamento successivi che provocano la liquefazione del vapore stesso. L’olio essenziale  galleggia sulla superficie del distillato acquoso che è più leggero e quindi può essere separato facilmente.

    Distillatore a vapore

  • Spremitura: usata per gli agrumi,  limone, arancio

    Spremitura Limone

  • Solventi chimici
  • Enfleurauge: gelsomino, rosa damascena Descrizione: nell’enfleurage i petali del gelsomino o della rosa che sono molto delicati per sopportare il vapore, sono sparsi su una lastra di grasso purificato, esso  ne assorbe l’essenza. Quando hanno perso il loro colore vanno sostituiti con un altro strato di fiori freschi.Dopo alcune  settimane,  il grasso ha raggiunto la saturazione, e viene  diluito in alcool e sottoposto a vibrazione forte per 24 ore per separare l’olio essenziale.

    L’Enfleurage

CURIORITA’

Servono circa 2000 boccioli di rosa per ricavare 1 gr di OE.

 

Per ricavare l’OE di Gelsomino i fiori vanno raccolti il 1° giorno di schiusura

.

 

Il sadalo si può estrarre da una pianta di almeno 30 anni.

La sinergia

Un aromaterapeuta sa bene che gli oli essenziali non si possono mischaire a caso, è necessaria una conoscenza non solo delle loro singole proprietà ma della loro sinergia. Cosa si intende con sinergia?

La combinazione di più oli  è qualcosa di più della somma delle singole parti.

Mischiando due essenze otterrò un composto chimico diverso da ognuna delle singole essenze. Per esempio, l’effetto antinfiammatorio dell’OE di Camomilla è potenziato dall’aggiunta nelle giuste quantità di Lavanda.

Oli adattogeni

Alcuni oli essenziali sono bilanciatori naturali, ossia, hanno una funzione regolatrice. Ad esempio:

  • L’Issopo OE : bilancia sia la pressione alta che bassa
  • Il Limone OE: è sia sedativo che tonico
  • La Menta OE: è sia rilassante che tonificante.

Gli oli adattogeni producono nel corpo umano una reazione appropriata per raggiungere uno stato di omeostasi o di equilibrio.

1 millilitro= 20 gocce di OE

Come usare gli oli essenziali

Ricorda che gli oli essenziali non vanno mai usati puri ma diluiti in olio base nella giusta proporzione.

Gli oli base possono essere:

  • Olio di mandorle dolci: ricco di vitamine e proteine, ottimo per tutti i tipi di pelle. Da sollievo in caso di disidratazione, prurito, infiammazione.
  • Olio di jojoba: Molto penetrante, è utile in caso di pelli infiammate, acne, cura del capello, aczema, psoriasi.
  • Olio di sesamo: Ottimo per tutti i tipi di pelle, utile in caso di artrite, reumatismi, eczema, psoriasi.
  • Olio di albicocca: Ottimo per pelli invecchiate, sensibili, secche e infiammate.
  • Olio di avocado: Ottimo per le pelli grasse.
  • Olio di germe di grano: Per tutti i tipi di pelli. E’ un olio grasso,  ricco di vitamine, utile in caso di pelle con rughe e callosità.Da usare diluito al 10%.

Oli essenziali naturali : come riconoscere la qualità?

Fai molta attenzione quando acquisti un olio essenziale che sia un prodotto naturale al 100% e di buona qualità.

Come fare però a riconoscerli?

Per prima cosa, il prezzo ti rivela subito se si tratta di un prodotto naturale  o chimico. Se vogliono venderti un olio essenziale di Rosa Damascena a 10 euro non è di certo un olio 100% naturale, visto che il prezzo di quest’olio è molto più caro!

Fai attenzione a leggere le etichette che devono riportare per legge la denominazione ” Olio essenziale”: termini come ” aroma di “, “ricostituito”, ” identico alla natura”, non rientrano mai nella categoria degli oli essenziali naturali.

In altri casi, gli oli essenziali, posso essere diluiti in olio vettore e venduti come Oli essenziali puri.

Come fare a caprire se è un olio essenizle puro  o se sono stati diluiti? Ti svelo un piccolo accorgimento.Gli oli essenziali puri versati sulla carta assorbente,quando evaporano, non lasciano alcun alone ( eccetto il vetiver che è viscoso).

KIT  CURATIVO DI BASE

Tra i 300 oli essenziali, dovendo sceglierne solo alcuni, versatili e utili per la mia cassetta dei medicinali , sarebbero sicuramente questi!

TEA TREE

 

Si ritiene che l’azione antisettica di quest’olio essenziale  originario dell’Australia sia 100 volte superiore a quella dell’acido fenico!

 

Proprietà: antibatteriche, antivirali, antimicotiche.

 

ROSMARINO

 

E’ un olio essenziale stimolante sia fisico che mentale. Utile nel trattamento di tutte le condizioni di stress muscolare e affaticamento, distorsioni muscolari, artrite e reumatismi, emicrania, influenza, tosse.

 

TIMO

 

Ad eccezione del chemiotipo linaiolo, non dovrebbe mai essere usato sui bambini. Ha eccezionali proprietà antivirali, ed è d’aiuto per eliminare i residui tossici dal corpo dopo una malattia.

 

Proprietà: antibiotiche, diuretiche, antisettiche, antivirali.Utile nella cura dei capelli, e nell’ambiente aiuterà a tenere lontani i parassiti e gli insetti.

 

LAVANDA

 

E’ un olio essenziale dalle straordinarie proprietà: antidepressivo, sedativo, depurante, antisettico, agevola la guariggione di cicatrici, favorisce la rigenerazione cellulare. Stimola il sistema circolatorio ed è un tonico emozionale.

 

MENTA

 

Conosciuta sin dalle antiche civiltà  per le sue proprietà benefiche, si riconoscono all’olio essenziale di menta proprietà antinfiammatorie, digestive, degongestionanti per l’apparato respiratorio e antinfiammatorie a livello muscolare.

 

LIMONE

 

Svolge un’azione tonica a livello linfatico e circolatorio, aiuta in caso di stasi e cellulite, utile contro le rughe. E’ un buon antisettico e antibatterico naturale. Cura il mal di testa e aiuta la concentrazione.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone